Un corso di motivazione o di PNL e i libri di self Help ti faranno fallire nella vita

Svelato il motivo per cui oltre il 95% di chi segue un corso di motivazione fallisce entro 5 anni e cosa fare

Se fino ad oggi hai creduto che per raggiungere il successo potessero essere utili un corso di MOTIVAZIONE e PNL o un libro di self help, leggi attentamente questo articolo. Scoprirai che la realtà dei fatti è completamente differente.

Come dicevo anche nel mio articolo precedente:“la gran parte della formazione e dello sviluppo personale è un totale fallimento”.

I dati citati nell’articolo, mostrano che l’ 80%  delle persone che si impegna in un cambiamento personale, fallisce nei primi mesi. Inoltre il 95% di coloro che acquistano libri di self help, frequentano corsi di sviluppo personale (un corso di motivazione, un corso di PNL, intervento di coaching, corso di definizione degli obiettivi, time management, ecc.) o che si impegnano in un percorso di cambiamento personale, sono destinate al fallimento entro 5 anni.

Un corso di motivazione o di PNL ti porterà a sbattere contro un muro!

Diversamente da tutte quelli che ripetono in coro il “teorema della motivazione“, io sono convinto che la  la forza di volontà non c’entri quasi nulla con la capacità di cambiare ed avere successo a LUNGO termine. Anzi, in alcuni casi rappresenta un serio ostacolo alla crescita di un individuo.

Un corso di motivazione può essere utile al massimo in una prima fase del cambiamento ma quanto prima deve essere sostituita da qualcosa di più serio: auto-consapevolezza, competenza, disciplina ed etica.

Il successo non è una questione di forza di volontà!

In oltre 20 anni di carriera nella formazione ho conosciuto centinaia di persone molto disciplinate, fallire miseramente. Io stesso mi ritengo una persona molto determinata e questa è una caratteristica che mi riconoscono tante persone, clienti e amici.

Tuttavia anche io mi sono ritrovato a distanza di anni a dover affrontare più volte gli stessi problemi, sia nella sfera personale che nella sfera lavorativa.

Proprio per questo sono convinto che la causa del “fallimento della formazionenon abbia niente a che vedere con la mancanza di forza di volontà.

Un corso di Motivazione rappresenta il maggior ostacolo alla tua realizzazione

In oltre 20 anni di esperienza (e almeno altrettanti di applicazione personale delle tecniche proposte), sono arrivato alla conclusione che il problema di questo “fallimento” risieda nel “paradigma” e nel “metodo” utilizzato. In parole più semplici, oltre il 90% dei formatori, affronta il problema del miglioramento personale da un punto di vista limitato ed utilizza un metodo solo parzialmente efficace.

Quale modello viene utilizzato nella formazione?

Il modello utilizzato dalla gran parte dei formatori in America (e quindi anche in Italia) è quello dell’orientamento motivazionale. Ho già parlato di questo modello su questo blog.

Perchè un corso di motivazione e di PNL non funziona?

Ho già parlato dei limiti del modello della Motivazione in un altro articolo di questo blog. Qui mi limito solo a ricordare che il metodo è stato implementato proprio per rendere le persone dipendenti dal consumo di corsi.

Il metodo dell’orientamento motivazionale (al quale fanno riferimento tutte le proposte formative dalla PNL alla Legge dell’attrazione), presenta 4 caratteristiche fallimentari che ti illustro qui di seguito.

1 La motivazione è efficace solo nel breve termine

Un corso di motivazione o di PNL allo stesso modo di un libro di self help  è efficace solo nel breve termine e può essere utilizzata solo per obiettivi di breve scadenza (gli effetti sono solo momentanei). Chi vuole smettere di fumare ad esempio e applica diligentemente questo metodo (definizione chiara di un obiettivo, strategia, impegno ecc. ecc.) ottiene realmente risultati. I problemi nascono successivamente. Dopo qualche mese che si è raggiunto l’obiettivo, accade qualcosa (un problema sul lavoro, qualche difficoltà economica o altro), che lo fa ripiombare al punto di partenza nella vecchia abitudine.

2 La motivazione fa leva sull’AVIDITA’

Il metodo della motivazione si basa sull’avidità delle persone. I formatori stimolano questo stato mentale, invitando i corsisti scrivere i loro più piccoli ed effimeri desideri: “voglio questo e voglio quest’altro“.

L’avidità è uno degli stati mentali più tossici di un essere umano. L‘avidità spinge le persone ad  identificarsi con le cose (come una bella macchina, una bella casa, uno smartphone di nuova generazione) e le trasforma da semplice strumento a scopo della vita. Il fine della vita diviene il consumo di beni materiali, esperienze e divertimento.

In questo modo le persone non fanno altro che rincorrere il nuovo acquisto e la nuova esperienza, in una corsa senza fine, come criceti che corrono in una ruota, senza arrivare mai da nessuna parte.

Obiettivo dopo obiettivo le persone si ripetono “voglio dimagrire”, “voglio guadagnare 100.000 euro”, “voglio la macchina nuova”, “voglio la casa al mare”, ecc. In questo modo trascurano la domanda più importante: “Perché? diventano sempre più avidi di oggetti, esperienze, persone. Anche la formazione diventa così uno strumento della manipolazione globale del pensiero unico che vuole spingere a lavorare di più solo per consumare di più.

3 La motivazione accresce l’ego

Tutte le proposte formative che si ispirano al modello dell’orientamento motivazionale, come la PNL del resto, stimolano e gonfiano l’ego delle persone rendendole sempre più ripiegate su loro stesse (isolandole dalla realtà e dai propri simili).

Chi applica il metodo e segue diligentemente i consigli di un coach, in un primo momento ottiene realmente dei risultati.

I problemi nascono dopo i primi 30 giorni quando l’individuo sente accrescere dentro di sé un forte senso di eccitazione per aver vinto sulla cattiva abitudine . L’ego si gonfia e sente accrescere una sensazione di potere personale (ingannevole).

Il suo pensiero tipico è “aho sono proprio figo!  in tanti ci provano ma solo io ci sono riuscito! sono un eroeda qui a pensare di essere superiore agli altri il passo è breve.

4 La motivazione è Auto-referente

Le persone che acquistano e leggono libri di self help prima o poi cadono tutte nella trappola di ripiegarsi psicologicamente su se stesse. “Sarò abbastanza motivato per fare questa cosa?“, “Sto desiderando quello che davvero voglio?“, “Se i clienti si lamentano di me vuol dire che non sono abbastanza sorridente“.

Allo stesso modo chi legge libri sul pensiero positivo in stile new age, si colpevolizza per la qualità dei propri pensieri. In molti, incoraggiati dagli stessi autori dicono: “se non ho il successo e la ricchezza che voglio, è perché non ho pensato positivo”, “se mi viene una malattia è colpa mia e dei miei pensieri“.

Questo modo di pensare è sbagliato al 100%! Riesci a vedere l’errore che c’è dietro? Se non lo cogli, vuol dire che anche tu sei caduto nella trappola. L’errore sta nel fatto che in questo mondo non siamo soli e noi tutti siamo nati per DARE prima che per ricevere.

Se non hai successo nella vita è perchè ti fai troppe seghe mentali a pensare quanto sei positivo. Dovresti piuttosto focalizzare l’attenzione sui bisogni delle persone che ti circondano e come puoi fare per dare loro VALORE.

SVEGLIA ! Il successo e il denaro arrivano alle persone che con il loro lavoro danno VALORE agli altri e ne migliorano la vita. Non arriva certo a chi sta tutto il giorno davanti allo specchio a dirsi “Sono ricco! Sono ricco! Sono ricco!

Spostare il focus

Occorre spostare il focus, la propria attenzione da se stessi agli altri, in un ottica di servizio. Occorre Cambiare prospettiva passando dalla focalizzazione sul “cosa ci guadagno io” al “cosa posso dare agli altri“.

Steve Jobs è riuscito a creare la Apple perchè si è chiesto : “Come posso migliorare il rapporto delle persone con la tecnologia“. Non ha avuto successo per essersi messo davanti ad uno specchio ripetere il mantra della ricchezza: “Sono ricco! Sono ricco! Sono ricco!

Un modello nuovo : le 7 virtù

Queste considerazioni più di 5 anni fa mi hanno spinto a intraprendere un percorso di ricerca in una direzione completamente nuova.

Ho intuito così che quello che i contenuti della formazione che erogavo (PNL e motivazione) alimentavano la MACCHINA della MANIPOLAZIONE globale. Ero diventato un agente del meccanismo globale della ruota del criceto alimentato dall’avidità: “Lavorare di più, solo per guadagnare di più, solo per spendere e consumare di più“.

Il mio percorso di ricerca è culminato nella scrittura di “Le 7 Virtù per il successo e la felicità; il modello di sviluppo personale dell’antica tradizione occidentale“. Mi piace sottolineare il fatto che questo modello non sia una mia invenzione ma appartiene ad una tradizione culturale lunga 2500 anni. Io lho solo riscoperto, scavando nella tradizione, e per primo l’ho trasformato in una proposta formativa alla portata di TUTTI.

Il modello delle virtù è un modello che pone l’attenzione proprio su tutto questo:

  • la propria felicità,
  • il senso di sé,
  • l’edificazione della versione migliore di se stessi.

 

Conclusione

Oggi ti ho parlato del fallimento dei corsi di formazione e dei libri di self hep. Ti ho anche spiegato che la stragrande maggioranza delle proposte formative si basano sulla motivazione e per questo portano le persone al fallimento.

Le persone motivate dall’avidità si lanciano alla conquista del nuovo oggetto del desiderio e così corrono nella ruota del criceto: si agitano senza arrivare mai da nessuna parte.

Tu che esperienza hai ? hai frequentato corsi di formazione sperando di cambiare per poi ritrovarti nuovamente al punto di partenza? hai mai la sensazione di correre nella ruota del criceto spinto dall’avidità? Avevi mai pensato che la motivazione, la formazione, la PNL, il mito del successo ci rendono sempre più schiavi di noi stessi?

Fammelo sapere lasciando un messaggio nella sezione commenti.

 

 

Sviluppa la tua unicità,
raggiungi il tuo stile di vita ideale
e sii felice

 

Luciano Cassese

Commenta con Facebook

Scrivi nei commenti la tua opinione

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.