LinkedIn Ads parla Italiano

LinkedIn ads,  pubblicità LinkedIn

LinkedIn Ads, la piattaforma che permette di pubblicare annunci pubblicitari sul sito del più grande network professionale esistente al mondo, è finalmente disponibile in versione italiana e in altre 16 lingue.

Fino a qualche tempo fa non era possibile pubblicare annunci di testo in italiano ma bisognava ricorrere ad un piccolo espediente: creare degli annunci grafici con banner (i testi in lingua italiana erano convertiti come parti grafiche dell’immagine), impostare l’annuncio in inglese e selezionare come pubblico solo gli italiani: A partire da martedì 28 agosto 2012 è possibile attivare campagne pubblicitarie Linkedin Ads anche in lingua italiana.

Ciò è particolarmente importante perché anche in Italia LinkedIn conta 3 milioni di iscritti, un numero destinato a crescere. Basti pensare che la diffusione di questo sito dedicato al business ha raggiunto ormai in tutto il mondo 175 milioni di utenti.

Come sono fatti gli annunci di LinkedIn Ads? Grazie a questa importante innovazione oggi è possibile pubblicare anche annunci di testo e non solo Banner. Gli annunci sono composti da:

  • Titolo (max 25 caratteri)
  • Descrizione (max 75 caratteri)
  • Da: (il tuo nome o un’azienda)
  • Immagine: (50×50 pixel di dimensione)
  • URL (può essere un sito web oppure una pagina di Linkedin)

Gli annunci pubblicitari possono comparire in varie pagine e posizioni del sito:

  • Pagine profilo degli utenti
  • Home page a cui gli utenti accedono una volta fatto il login su Linkedin
  • Sezione “Posta in arrivo”
  • Pagina dei risultati di ricerca,
  • Gruppi di LinkedIn

È possibile profilare il target di utenti a cui mostrare il proprio annuncio, utilizzando come criteri:

  • la “Qualifica”,
  • la “Funzione lavorativa”,
  • il Settore di attività,
  • Area geografica,
  • Dimensioni dell’azienda,
  • Nome azienda,
  • Anzianità,
  • Età,
  • Sesso.

I costi

Linkedin Ads rimane ancora abbastanza caro rispetto ai concorrenti: Google adWords e Facebook Ads.

Tuttavia, considerando il tipo di profilazione del target che è possibile realizzare e il fatto che gli iscritti alla piattaforma sono tutti utenti di fascia medio alta, il costo è più che giustificato e accettabile. Occorre sempre ricordare che LinkedIn raccoglie dati preziosissimi sui propi utenti come: Fascia di reddito, professione, lavoro attuale, lavori recenti, contatti professionali, etc etc.

Nessun’altra piattaforma di pubblicità on line raccoglie dati di questa qualità. Quindi ci troviamo di fronte ad un prodotto di altissimo livello, davvero molto interessante. LinkedIn ADS, da questo punto di vista, si configura come il prodotto “top di gamma” è un po la mercedes della pubblicità on line.

È possibile pubblicare i propri annunci con la formula CPC (pay per click), pagando per ogni click ricevuto dall’annuncio, oppure PPI (Pay per 1.000 Impressions), pagando una cifra ogni mille visualizzazioni dell’annuncio CPM.

Con la formula pay per click, ogni clic costa minimo 2 dollari e con la formula PPI l’offerta di partenza parte sempre da un minino di 2,01 dollari.

A questio costi vanno poi aggiunti una commissione di attivazione pari a 5 dollari, il budget giornaliero minimo è di 10 dollari e l’addebito sulla carta di credito è posticipato.

 

 

HEY TI È PIACIUTO QUESTO ARTICOLO ?

Condividilo anche su Linkedin con i tuoi contatti  Clicca su Share qui sotto e fallo leggere anche ai tuoi amici e colleghi

RISORSE UTILI

Linkedin Marketing il libro Ancora non lo hai Letto ?
Linkedin Marketing Ti insegnerà come ottenere il massimo da Linkedin
Costruisci il tuo Brand
Trova nuove opportunità
Trova nuovi contatti commerciali e
domina il tuo mercato con linkedin

 

Commenta con Facebook

Scrivi nei commenti la tua opinione

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.