La fotografia crea felicità

 

 

La domanda che in tanti mi hanno fatto in questi ultimi tempi è stata : ma perché hai cominciato a parlare anche di fotografia ? tu ti sei sempre occupato di formazione in ambito psicologico e motivazionale perché adesso ci parli di foto?

Questo video è una risposta a queste legittime perplessità.

Alcuni sostengono che ho sbagliato

A molti potrebbe sembrare una scelta sbagliata. La comunicazione di marketing, infatti, prevede che ci sia sempre coerenza nel messaggio comunicato. Chi alimenta un canale social, che sia un blog, una pagina facebook o un canale su youtube, dovrebbe parlare solo di un unico argomento, che faccia capire in modo chiaro e inequivocabile quello che si vuole vendere.

Quindi un professionista ha bisogno di alimentare quella che gli americani chiamano una unique selling proposition per intercettare meglio il proprio target ideale, quel gruppo specifico e ristretto di persone pronte a comprare quello che hai da offrire… del resto si sa il marketing e la comunicazione hanno le loro regole.

Non ci si può presentare come appassionati di più cose. Nel mondo della comunicazione c’è bisogno di coerenza e ridondanza. Il messaggio deve essere, quindi, unico e ripetitivo altrimenti il target va in confusione ecc ecc.

In base quindi al buon senso e in base alle regole del marketing io su questo canale non dovrei parlare di fotografia. Considerando, inoltre, che produco il mio reddito occupandomi di formazione ed educazione in ambito psicologico dovrei dedicarmi esclusivamente a quello. Bene!

Mi interessa solo la felicità non le pur giuste critiche

Devo dire che tutte queste cose, tutte queste perplessità, sono assolutamente vere, ma alla mia età, di queste regole non me ne frega proprio NIENTE. Non perché mi senta superiore sia ben chiaro, ma perché non mi interessa alimentare un marketing personale finalizzato a vendere qualcosa proponendo chi parla, cioè il sottoscritto, come il massimo esperto di turno in un settore.

Presentarsi come il massimo esperto nel proprio campo è una finzione, una manipolazione. Inoltre, mi farei carico di una responsabilità che non voglio sostenere. Dire anche indirettamente di essere un super esperto vuol dire dover avere sempre ragione e non poter mai dire “ho sbagliato ho detto una cazzata”.

So di non sapere

Il fatto è che, al di là della finzione di marketing, chi può realmente dirsi il massimo esperto di una sola cosa? Nessuno! la maggior parte di noi ha un po ‘di esperienza in tante cose differenti.

Il grande Socrate insegnava a dire “so di non sapere” e a ricercare costantemente la verità, senza mai fermarsi, scoprendo quali sono le cose che ci danno gioia. Quindi perché dobbiamo continuare a fingere di essere ciò che non siamo o limitarci a condividere un unico interesse professionale? Nella mia vita non c’è una sola cosa che mi da gioia, ma ce ne sono tante. Perché dovrei fingere di essere monotematico?

Fatta questa breve premessa perché ti parlo anche di fotografia sul mio canale?
Te lo dico dopo la sigla

La fotografia crea felicità

Ci siamo lasciati con la domanda: perché ti parlo anche di fotografia su questo canale dedicato alla felicità ?
Fondamentalmente perché ritengo che la fotografia generi felicità in chi la pratica, ma procediamo con ordine.

Sono convinto che tutti dovremmo dedicare una parte del nostro tempo ad un’attività artistica qualunque essa sia (pittura musica fotografia) perché queste attività nutrono l’anima e danno gioia, molta più di quanta non ne possano produrre il danaro, il prestigio e il consumo.

Attraverso la fotografia possiamo fare qualcosa di veramente straordinario: gioire di ciò che ci circonda. E questo possiamo farlo perché con la fotografia ci concediamo il tempo per fermarci dagli affanni, fermare il flusso incoerente e disordinato dei nostri pensieri, riconnetterci con ciò che ci sta intorno e riconoscere tutto il bello che in cui siamo immersi nelle sue differenti forme e punti di vista.

In questo modo esprimiamo la creatività e le intuizioni che ci arrivano dall’alto. Perché la vera creatività, infatti, non è mai frutto del nostro sforzo consapevole o dall’applicazione di tecnica psicologica ma è sempre frutto di un’intuizione e viene sempre da qualcosa più alto di noi.

Un aspetto importante è quello dell’estetica. La fotografia ci insegna giorno dopo giorno, attraverso una pratica di apprendimento e sperimentazione continua, a trovare e riconoscere il bello in tutte le cose.

Grazie alla fotografia possiamo scoprire che nulla di quello che ci circonda, nessun oggetto, nessuna pianta, nessun evento, nessuna esperienza, è brutta, sbagliata, banale o scontata ma tutto quello di cui siamo circondati è qualcosa di immensamente meraviglioso, qualcosa di cui meravigliarsi in ogni momento.

Un antico adagio recita “tutto è per il tuo bene”. Cioè Tutto quello che capita tutto quello che ti circonda è per il tuo bene . Saperlo riconoscere vuol dire risvegliarsi alla vera vita.

Cosa c’entra questo con la fotografia?

Quando fotografiamo, facciamo un un esercizio speciale: componendo lo scatto cerchiamo letteralmente il bello in tutte le cose.

Con la fotocamera sugli occhi, cambiamo il punto di vista, ci pieghiamo sulle gambe o saliamo su di un muretto, mettiamo su un treppiedi, aspettando l’ora in cui arriverà la luce giusta per scattare. In tutti questi gesti non facciamo altro che cercare il BELLO in tutte le cose.

Compiamo queste azioni con ogni cosa che ci circonda, anche con quelle che a prima vista sembrerebbero non avere nulla di bello. Mi viene a tal proposito in mente Vivian Mayer che ha reso bellissima una vecchia poltrona bruciata e buttata nella monnezza. Impariamo a trovare il bello anche negli scarti.

Fotografia è una forma di meditazione

Infine, come ho spiegato anche nel video fotografia e meditazione, che ti invito a vedere e di cui ti lascio il link in descrizione, ritengo che la fotografia possa essere una forma di meditazione e in quanto tale possa avvicinarci alla felicità. Perché ci spinge a rallentare ad essere presenti nel qui ed ora, vivendo pienamente il momento presente, staccandoci dalle fantasie della nostra mente per riconnetterci alla realtà che ci circonda.

Conclusioni

Se ancora non mi conosci io mi chiamo Luciano Cassese mi occupo di formazione da oltre 22 anni, sono autore del libro le 7 virtù per il successo e la felicità e su questo mio canale parliamo di benessere di sviluppo personale e felicità con un taglio diverso dal solito unendo all’approccio fisico, psicologico, filosofico e quello spirituale. E, come avrai capito con questo video, di tanto in tanto ci occupiamo anche di Fotografia. Tuttavia, quando parliamo di fotografia lo facciamo in un modo diverso dagli altri, più orientato alla creatività, condividendo un’esperienza che può avvicinarci alla nostra piena felicità. Lo facciamo parlando di fotografia creativa, della fotografia come forma di meditazione, e in generale di fotografia come strumento per avvicinarci alla felicità. Se  quando parliamo di qualche macchina fotografica o di qualche ottica lo facciamo esclusivamente per condividere qualcosa di divertente e creativo che abbiamo scoperto nella nostra esperienza quotidiana.

Quando parliamo di felicità non lo facciamo riferendoci a quella sensazione di euforia che nasce dal momentaneo appagamento dei nostri desideri. Quando parlo di felicità faccio riferimento a quello stato del proprio essere in cui sperimentiamo un forte senso di connessione con il mondo e con tutto quello che ci circonda.

Quando parliamo di felicità intendo riferirmi ad una vera e propria fioritura personale. In altre parole felicità è il riconoscere in maniera convinta e consapevole che la vita non è una battaglia o un insieme di problemi da risolvere, ma è qualcosa di cui godere appieno perché siamo immersi nell’amore e nella grazia.

Detto questo mi farebbe davvero piacere conoscere la tua opinione in merito, Se vuoi lasciami un commento condividendo la tua esperienza, e tuo rapporto con la fotografia.

Iscriviti al canale e attiva le notifiche cliccando sulla campanellina per rimanere aggiornato sui prossimi video e le prossime iniziative.

ciao e alla prossima

Commenta con Facebook

Scrivi nei commenti la tua opinione

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.